Verso la 'Gazzetta Ufficiale del Regno'

Nel 1848 la Gazzetta cambia padrone e, dal Ministero degli Affari Esteri, passa sotto il controllo del Ministero degli Interni; cambia anche nome e diventa Giornale Ufficiale del Regno Sardo. Il primo numero che riporta questa intestazione è datato 4 gennaio 1860 ed è curiosamente pubblicato con il n. 3. Il Giornale presenta una Parte ufficiale costituita di atti ufficiali e una parte non ufficiale riportante notizie e fatti di varia natura.

A seguito dell'Unità d'Italia, la Gazzetta prende la denominazione di Gazzetta Ufficiale del Regno.

Al nuovo formato vengono aggiunti lo stemma del Regno d'Italia e lo scudo sabaudo, mantenendo all'incirca la suddivisione delle due parti.

Nel 1871 la Gazzetta cambia casa e passa nella città di Roma, capitale del Regno, in coincidenza del numero del 1° luglio 1871.

Già a partire da questa data, la Gazzetta Ufficiale incomincia a perdere il suo carattere politico, letterario e artistico, per diventare un semplice bollettino di notizie ufficiali.

Note legali